Chi siamo

L’Associazione Cavalieri e Allevatori del Cavallo Tolfetano di Cottanello nasce nel 2000 per volontà di un gruppo di amici appassionati di equitazione di campagna, allevamento di cavalli e tradizioni del Lazio. Insieme abbiamo formato un gruppo di cavalieri che si esibisce in una rievocazione degli antichi butteri della nostra Regione.

La nostra sede è a Cottanello, presso l’Allevamento Alessandro Volpi.

0012Il presidente e socio fondatore
Alessandro Volpi
nato a Terni nel 1974
allevatore di cavallo tolfetano a Cottanello
negli spettacoli monta Malafemmina (Allevamento A.Volpi)

Il vicepresidente
Giovanni Toschi
nato a Cottanello nel 1964
monta Calimero da lui stesso allevato e ora a riposo
negli spettacoli ha il fondamentale ruolo di avviare la razzetta (i puledri scossi) in campo prima dell’ingresso dei cavalieri

img-20181015-wa0004.jpgIl decano
Mauro Perni
Roma 1947-2018
giornalista e funzionario Rai, è fra i fondatori della razza del cavallo tolfetano
negli spettacoli ha montato Polverino e il suo spirito galoppa sempre insieme a noi

 

 

IMG-20181018-WA0008

Antonio Volpi
nato a Rieti nel 1977
socio fondatore
negli spettacoli monta Romeo (Allevamento A.Volpi) e ha il ruolo di capofila

 

IMG-20181018-WA0014Fabrizio Gilestri
nato a Rieti nel 1982
consigliere e socio fondatore
negli spettacoli monta Buttero e ha il ruolo di capofila

 

 

 

La famiglia Giannini
di Castelnuovo di Porto, composta da:

IMG-20181015-WA0003

Giacinto Giannini
nato a Castelnuovo di Porto nel 1971
artigiano alimentare, ha un forno
negli spettacoli monta Ultima (Allevamento A.Volpi)

Raffaella Castrechini
nata a Roma nel 1974, per lei i cavalli rappresentano l’amore a tutto tondo, visto che lo stesso incontro con il marito Giacinto avviene, da ragazzi, grazie alla comune passione equestre
negli spettacoli monta Fiamma (Allevamento A.Volpi) nel ruolo di capofila

Luca Giannini

classe 2002
per scaramanzia, prima di andare in scena, mette in tasca una manciata di sale, e alla fine lo imitano tutti
negli spettacoli monta Meri (Allevamento A.Volpi) nel ruolo di capofila

IMG-20181015-WA0001Alessandro Pezza
nato a Terni nel 1980
carabiniere, viene riformato a causa di un grave incidente automobilistico subito nel 2000. Nel momento più buio convince un amico a vendergli la cavalla tolfetana Tirana, e la vita ricomincia: “mi ha dato una seconda opportunità”. Tirana oggi è a riposo e negli spettacoli Alessandro monta Aurora (Allevamento A.Volpi)
foto Moreno

Prossimo al debutto suo figlio
Moreno Pezza, classe 2005, monta Polverino

 

 

IMG-20181016-WA0005Romolo Masci
nato a Fiano Romano nel 1963
negli spettacoli monta Topolino, acquistato da una signora che voleva venderlo al macello perché… lo credeva cieco!

 

 

 

La famiglia Ercolani
di Ladispoli, composta da:

IMG-20181015-WA0000

Stefano Ercolani
nato a Allumiere nel 1966
il suo bisnonno è capo buttero dell’Università Agraria di Allumiere, anche nonno Peppe è buttero, detto il Mozzo, sui Monti della Tolfa. Papà è buttero pure lui, ma poi entra nelle ferrovie.
Stefano negli spettacoli monta Rugiada

Simona Gennaretti
nata a Roma nel 1974
ragazza, operaia in un’azienda che produce carote nella zona di Maccarese, riscatta con i propri risparmi il cavallo Zeus che ancora vive a casa sua, mentre negli spettacoli monta Levante. 

Stefano e Simona sono sempre accompagnati dalla vulcanica figlia  Samira, classe 2012, che si allena in sella alla pony Moretta per esordire insieme al gruppo

foto francescoFrancesco Giannini
nato a Castelnuovo di Porto nel 1981
negli spettacoli monta Giasone (Allevamento A.Volpi)

 

 

 

 

IMG-20181016-WA0006Giampiero Calagreti
nato a Città di Castello nel 1971
dipendente pubblico, eredita dai nonni la passione per le carrozze di cui diventa tecnico nell’equiturismo, oltre a gareggiare negli attacchi ad alto livello. Negli spettacoli monta Aragon (proprietarioR.Masci) detto Torpedone, unico cavallo romano della compagine.

 

La Razzetta
è il gruppo di puledri scossi che partecipa ai nostri spettacoli e si rinnova di anno in anno in anno. Questi giovani cavalli infatti alternano la vita libera al lavoro, vissuto come un gioco, senza mai separarsi dal branco di appartenenza. Il momento della doma li troverà sereni, abituati al contatto con le persone, ricchi di esperienze. Pronti a dare fiducia alla nuova generazione di tolfetani.

0025